· Città del Vaticano ·

Variazioni su Dostoevskij

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 dicembre 2021
Non di solo pane Non c’è felicità nell’inerzia, il pensiero di chi non lavora si spegne, non è possibile amare il prossimo senza sacrificargli il proprio impegno, è disgustoso vivere a ufo e la felicità non è nella felicità ma nel suo ottenimento. Diversamente comincerebbero la noia e la tristezza... E i rimasti griderebbero: «Avevi ragione tu, Signore, non di solo pane vive l’uomo!». Diario di uno scrittore, PSS 22,34 *  *  *  * Dostoevskij torna spesso sul detto evangelico: Non di solo pane vive l’uomo (Matteo 4,4). Ivan Karamazov nella leggenda del Grande inquisitore, motiva la risposta di Cristo alla prima tentazione nel deserto con la sua volontà di non legare la fede al miracolo, ma di fondarla su un atto di spontaneità e di libertà ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati