· Città del Vaticano ·

Variazioni su Dostoevskij

12 ottobre 2021
La ricerca della felicità In cosa consiste la felicità? State certi che Colombo fu felice non quando scoprì l’America, ma quando la cercava. L’idiota, PSS 8,327 *  *  *  * Per Dostoevskij non esiste la felicità per la felicità, ad essa cioè non corrisponde una condizione con connotati psicofisici stabili e definiti. Anzi, se si dà una situazione del genere, la felicità svanisce, si dissolve, come se si provasse a stringere l’aria tra le mani. Nel Diario di uno scrittore, quando scrive che «la felicità consiste nel suo ottenimento» (PSS 22,34), egli insiste soprattutto sul fatto che la felicità corrisponde alla ricerca della felicità. Cercare è già essere felici. Questa è l’equivalenza dostoevskijana che ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno