· Città del Vaticano ·

Lettera di fratel Alois, priore di Taizé, agli artigiani di unità

Sei proposte per il 2022

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
05 gennaio 2022
In un periodo di contraddizioni segnato da una maggiore interconnessione dei popoli ma anche da una crescente polarizzazione occorre creare legami maturi e stabili La gioia nel ricevere, la ricerca del dialogo, la vita di fratellanza, la solidarietà con l’intera creazione, la passione per l’unità dei cristiani, la disponibilità del cuore ad accogliere Dio: sono le sei proposte enumerate dal priore di Taizé, fratel Alois, nella lettera intitolata Diventare artigiani di unità e pubblicata in occasione dell’anno nuovo, affinché «il 2022 sia un’opportunità per chiederci quale ruolo possiamo svolgere per far crescere l’unità nella famiglia umana e con tutto il creato, con chi ci è vicino, nelle nostre Chiese e comunità, e anche nei nostri cuori». Accrescere ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati