· Città del Vaticano ·

Strade come raggi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
21 dicembre 2021
Viene qui presentata per la prima volta, nella traduzione dal russo di Lucio Coco, una poesia di Brodskij sul Natale. Risale al 1963 e apre il ciclo dei componimenti natalizi che il poeta continuò a scrivere durante tutta la sua vita. Natale 1963 è stata pubblicata inizialmente sulla rivista «Čast’ reči», New York, 1981/2, pp. 61-62 e successivamente nel volume: I.A. Brodskij, «Roždestvenskie stichi», Moskva, 1992, p.7. Natale 1963 Il Salvatore è nato in un gelo feroce. Nel deserto ardevano i falò dei pastori. La tormenta infuriava ed estenuava l’anima dei poveri re che portavano i doni. I cammelli sollevavano le zampe pelose. Il vento ululava. La stella, fiammeggiando nella notte, guardava come le strade delle tre carovane convergessero alla grotta di Cristo, come ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati