· Città del Vaticano ·

Spunti di riflessione

L’arte di saper aspettare

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
18 novembre 2021
P otrebbe sembrare che con questi toni apocalittici Gesù ci voglia spaventare, mentre, invece, vuole offrire un significato reale a tutte le tragedie umane. Ci insegna una speranza e ci invita a vegliare; a stare attenti, a non agire alla cieca, a non vivere alla giornata, nell’indifferenza, nella insensibilità, nella superficialità. Un cristiano deve vivere nella veglia e nell’attesa. Viviamo in una società che corre, che è presa dalla frenesia. Non siamo capaci di attendere; e anche quando siamo in fila, cerchiamo di scavalcare chi ci sta davanti. Eppure, una mamma capisce bene che per avere un bambino ci vogliono sempre nove mesi; e, nonostante tutte le tecniche moderne, le stagioni e i ritmi della natura hanno i loro tempi. Giustamente qualcuno ha detto: «L’agricoltura è l’arte di ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno