· Città del Vaticano ·

Videomessaggio per la 49ª Settimana sociale dei cattolici italiani

Audacia e voglia di riscatto per il pianeta

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 ottobre 2021

Pubblichiamo di seguito il testo del videomessaggio che Papa Francesco ha inviato ai partecipanti alla sessione inaugurale della 49ª Settimana sociale dei cattolici italiani, in corso a Taranto dal 21 al 24 ottobre sul tema «Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro. Tutto è connesso».

Cari fratelli e sorelle, saluto cordialmente tutti voi che partecipate alla 49ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, che si apre oggi a Taranto. In queste giornate rifletterete su un tema molto importante che riguarda il futuro nostro e delle generazioni future: «Il Pianeta che speriamo». Questo Pianeta che speriamo esige soprattutto una conversione che apra alla speranza. Il Pianeta che speriamo chiede, al tempo stesso, audacia e voglia di riscatto. Il Pianeta che speriamo grida già sin d’ora stili di vita rinnovati, in cui ambiente, lavoro e futuro non siano in contrapposizione tra loro, ma in piena armonia. Non bisogna mai dimenticare che tutto è connesso. Un pensiero particolare e un incoraggiamento vorrei rivolgere ai giovani, che so essere ben rappresentati a questo evento: insegnateci a custodire il creato! Siete il presente, siete l’oggi del Pianeta, non sentitevi mai ai margini dei progetti o delle riflessioni. I vostri sogni devono essere i sogni di tutti, e sull’ambiente avete tanto da insegnare. Permettetemi una carezza a tutte le mamme e a tutti i papà di Taranto che hanno pianto o piangono per la morte e la sofferenza dei propri figli. Vi abbraccio e vi assicuro la mia preghiera. E pregate per me, io lo farò per voi. Che il Signore vi benedica!


Leggi anche:

Tutto è connesso
di Charles De Pechpeyrou