· Città del Vaticano ·

Il cordoglio del Pontefice
per la morte del cardinale Vanhoye

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 luglio 2021

Pubblichiamo il telegramma di cordoglio fatto pervenire da Papa Francesco al gesuita Manuel Morujao, superiore della comunità San Pietro Canisio, dove risiedeva  il cardinale Albert Vanhoye  morto giovedì 29 luglio..

Nell’apprendere la notizia della pia morte del caro Cardinale Albert Vanhoye, desidero esprimere la mia vicinanza a Lei, alla Comunità San Pietro Canisio, all’intera Compagnia di Gesù, come pure ai familiari del compianto Porporato e a quanti lo hanno conosciuto e stimato, ricordando con affetto e ammirazione questo fratello che ha servito il Signore e la Chiesa con grande dedizione. Penso con gratitudine alla sua intensa opera profusa quale zelante religioso figlio spirituale di Sant’Ignazio, esperto docente, autorevole biblista, apprezzato Rettore del Pontificio Istituto Biblico, solerte e saggio collaboratore di alcuni Dicasteri della Curia Romana. Penso altresì al suo amore per il ministero della predicazione che ha esercitato con generosità, animato dal desiderio appassionato di comunicare il Vangelo. Elevo la mia preghiera al Signore affinché, per intercessione della Beata Vergine Maria, accolga questo suo fedele servitore nella Gerusalemme celeste, e di cuore imparto la Benedizione Apostolica a quanti ne piangono la scomparsa, con un pensiero speciale per chi lo ha amorevolmente assistito e accompagnato negli ultimi tempi.

Franciscus pp.

Dal Vaticano, 30 luglio 2021

 

La morte del cardinale Vanhoye