· Città del Vaticano ·

L’intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di aprile

Per chi rischia la vita
in difesa
dei diritti fondamentali

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
07 aprile 2021

«Preghiamo per coloro che rischiano la vita lottando per i diritti fondamentali nelle dittature, nei regimi autoritari e persino nelle democrazie in crisi». È l’intenzione proposta da Francesco per il mese di aprile, diffusa attraverso il video della Rete mondiale di preghiera del Papa pubblicato su www.thepopevideo.org.

Accompagnato dalle suggestive e incalzanti immagini del video — che ha il sostegno della Missione permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite — il Pontefice afferma che «per difendere i diritti umani fondamentali servono coraggio e determinazione. Mi riferisco al fatto — spiega — di opporsi attivamente alla povertà, alla disuguaglianza, alla mancanza del lavoro, della terra e della casa, dei diritti sociali e lavorativi». «Pensate che molte volte — sono le parole del Papa — i diritti umani fondamentali non sono uguali per tutti. C’è gente di prima, di seconda, di terza classe, e persone considerate scarti. No. Devono essere uguali per tutti».

«E in alcuni luoghi — afferma Francesco — difendere la dignità delle persone può significare andare in prigione, anche senza processo. O può significare la calunnia».

«Ogni essere umano ha il diritto di svilupparsi integralmente, e questo diritto fondamentale non può essere negato da nessun Paese» è l’appello del Pontefice. «Preghiamo — conclude — per coloro che rischiano la vita lottando per i diritti fondamentali nelle dittature, nei regimi autoritari e persino nelle democrazie in crisi, perché vedano che i loro sacrifici e il loro lavoro portino frutti abbondanti».