· Città del Vaticano ·

Storie di fede (e misericordia) nel paese di Rosa Vassallo Bergoglio

Vite offerte per gli amici
Ma anche per i nemici

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 gennaio 2022
«I loro nomi sono Ernst Kuhlke e Josef Waldmer. Ora spero prima di morire di conoscere dove sono sepolti perché vorrei recitare una preghiera vicino alla loro tomba». La storia raccontata da Orsola Appendino inizia da qui, dal nome di due soldati tedeschi uccisi sotto casa sua durante la Seconda guerra mondiale, nell’astigiano, vicino a Pralormo, quello spicchio di Langhe diventato famoso dal 2013 in poi, per aver dato i natali a Rosa Margherita Vassallo, nonna di Papa Bergoglio. Nel 2014, Appendino ha scritto, insieme a Giancarlo Libert, il libro Nonna Rosa. “La roccia delle Langhe” da Cortemilia all’Argentina. La persona più importante nella vita di Papa Francesco (pubblicato da Comunecazione; grafica dell’aggiornamento 2016 a cura di Giulio Steve) e ha fornito materiale per uno speciale uscito sul nostro ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati