· Città del Vaticano ·

Cresce la tensione sulla crisi nell’est dell’Ucraina

Mosca chiude al dialogo con Stati Uniti e Nato

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 gennaio 2022
Vienna, 14. La Russia chiude al dialogo con gli Stati Uniti e la Nato sulla grave crisi nell’est dell’Ucraina, vista l’indisponibilità dell’Occidente, a suo dire, a prendere in considerazione le sue preoccupazioni sull’allargamento dell’Alleanza atlantica. Da Vienna — dove ieri ha avuto luogo la riunione speciale del Consiglio permanente dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), in occasione dell’inaugurazione della presidenza polacca — Mosca evoca possibili missioni militari all’estero, ad esempio della marina, se gli Stati Uniti aumenteranno la pressione sul Cremlino. Al riguardo, il signor Zbigniew Rau, Ministro degli Affari esteri polacco e presidente in esercizio dell’Osce, al termine dell’incontro, ha espresso preoccupazione con queste parole: «Ci troviamo davanti al più grande ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati