· Città del Vaticano ·

Nuova edizione per «Cuore» di Beppe Salvia

Rinominare il mondo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
13 gennaio 2022
Tra la fine degli anni Settanta e la metà degli Ottanta, Roma era come attraversata da un’energia creativa, che si espresse in maniera tutta particolare e originale in un gruppo di giovani amici, per lo più studenti universitari, che animarono la scena artistica e letteraria della metropoli in quel periodo. Non erano anni facili per la società italiana. Il terrorismo (interno e internazionale) mostrava il suo volto più crudele, mentre nel mondo dell’arte si assisteva agli ultimi sussulti delle neoavanguardie. Ma ecco, che in chiarissima controtendenza, quei ragazzi invocavano una nuova attenzione ai fatti semplici ed essenziali della vita, a tutto ciò che connota l’esistenza nel suo naturale accadere, quindi si rivolgevano a nuova lettura dei classici per una rigenerazione di sé stessi ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati