· Città del Vaticano ·

Residuato bellico esplode vicino a una scuola

Uccisi otto bambini in Afghanistan

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
12 gennaio 2022
Kabul, 12. In Afghanistan, otto bambini sono morti ieri a causa dell’esplosione di un residuato bellico vicino ad una scuola, nel distretto di Lal Pur, provincia di Nangarhar. Altri quattro minori sono rimasti feriti. La notizia è stata data dall’Unicef, che ha ribadito la necessità e l’urgenza, per la comunità internazionale, di supportare l'Afghanistan nella rimozione degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici. «È altrettanto importante — precisa l’Unicef — formare i bambini e le loro comunità sui rischi e sulle misure preventive da prendere». Infatti, nel 2020 le armi esplosive e i residuati bellici esplosivi sono stati responsabili di quasi il 50% di tutte le perdite di bambini, con più di 3.900 minori uccisi e mutilati. I dati per il 2021 devono ancora essere pubblicati. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati