· Città del Vaticano ·

All’udienza generale il Papa denuncia precariato e sfruttamento e invoca misure per difendere l’occupazione

Lavoro
Questione di dignità
e di giustizia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
12 gennaio 2022

«In questi tempi di pandemia tante persone hanno perso il lavoro — lo sappiamo — e alcuni, schiacciati da un peso insopportabile, sono arrivati al punto di togliersi la vita». Commosso, Papa Francesco ha voluto «ricordare ognuno di loro e le loro famiglie», chiedendo ai fedeli presenti all’udienza generale odierna nell’Aula Paolo vi «un istante di silenzio» per non dimenticare «quegli uomini, quelle donne disperati perché non trovano» un’occupazione o hanno perso quella che avevano. A ispirare la preghiera del Pontefice ancora una volta la figura di Giuseppe, cui è dedicato l’attuale ciclo di catechesi. Soffermandosi questa settimana sulla dura e faticosa attività di falegname svolta dal santo, il vescovo di Roma ha attualizzato la riflessione preparata con una lunga aggiunta, nella quale ha ricordato «tutti i lavoratori del mondo» — da quelli che fanno mestieri usuranti, a quelli sfruttati “in nero”, dalle vittime degli incidenti in fabbrica e nei cantieri, ai bambini ridotti in schiavitù — e lanciato un appello ai governanti, affinché diano a tutti la possibilità di guadagnare il pane.

La catechesi


Domani su «L’Osservatore Romano»

Intervista a Papa Francesco sulla paternità


«L’Osservatore Romano» pubblicherà domani, giovedì 13 gennaio, una intervista concessa da Papa Francesco sulla paternità alla luce della testimonianza di san Giuseppe e sulle sfide che oggi affrontano i genitori per dare un futuro di speranza ai propri figli. L’intervista, realizzata dal nostro direttore, Andrea Monda, e dal vice-direttore editoriale del Dicastero per la comunicazione, Alessandro Gisotti, oltre che sull’Osservatore, sarà pubblicata in diverse lingue da Vatican News. Come dimostra anche l’udienza generale odierna, l’attenzione e l’amore del Santo Padre per questo santo continua e anzi si sviluppa ben oltre la conclusione dell’Anno speciale dedicato allo sposo di Maria. Da parte nostra, «L’Osservatore Romano» ha pubblicato una rubrica mensile — lungo tutto il 2021 — sulla Patris corde dedicando ogni numero a un capitolo della lettera apostolica su san Giuseppe. Proprio le esperienze che venivano condivise da padri, ma anche figli e madri coinvolti in questa rubrica, hanno suscitato il desiderio di confrontarci con il Papa sul tema della paternità e più ampiamente sul tema della famiglia.