· Città del Vaticano ·

Architettura e fede lungo la Penisola

Il mistero delle chiese doppie

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 gennaio 2022
L’impianto architettonico di una chiesa si completa spesso con altre parti funzionali che, data l’ampiezza delle possibili combinazioni, sviluppano una gamma estesa e diversificata di tipi edilizi composti. Ciò interviene sia nella configurazione dell’edificio principale, destinato alla celebrazione del rito, sia nell’articolato sistema, formale, strutturale e d’uso, che integra l’attività religiosa con le altre eventuali attività, quali l’accoglienza, la formazione e la cura dei malati. Un esempio è dato dal complesso di San Giovanni di Pré a Genova, costituito da due chiese romaniche sovrapposte e dall’edificio della commenda, che comprende il convento e l’ospedale, inizialmente per i pellegrini diretti in Terrasanta e successivamente per i malati e gli indigenti della città. Quando l’insieme ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati