· Città del Vaticano ·

Dove cominciò la sua missione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
10 gennaio 2022
«Al termine di questa celebrazione eucaristica, sul registro delle messe, potremo scrivere la data di oggi, 9 gennaio 2022, e annotare che il popolo di Dio è tornato qui a celebrare solennemente. E potremo testimoniare che la colomba dello Spirito santo, simbolo della pace che viene da Dio, è discesa ancora su quello che per tanti anni era stato un campo di guerra, un campo minato, e lo ha trasformato in un campo di pace, di adorazione e di preghiera». Sono parole dense di soddisfazione e riconoscenza quelle pronunciate dal custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, che ieri ha presieduto la concelebrazione eucaristica — in occasione della festa del Battesimo del Signore — sulla riva ovest del fiume Giordano, nei pressi del sito noto come Qasr al-Yahud, proprio dove, secondo la tradizione, avvenne l’episodio ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati