· Città del Vaticano ·

Appunti di teologia dantesca L’alba della conversione nel Purgatorio

Dalla notte infernale a una vita nuova

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
10 gennaio 2022
Percepire l’essenza del Purgatorio nel cammino di conversione di Dante. Forse è possibile avvicinando codesto percorso alla conversione di Alessandro Manzoni: dalla giovinezza fervida e passionata degli anni parigini, dominata da filosofie razionaliste e materialiste, alla meta raggiunta sotto gli auspici di Enrichetta Blondel. Il parallelismo ci riporta agli anni dello stilnovismo dantesco, fervido di ideali poetici e passionato di amori, concluso dalla morte di Beatrice. Il ripensamento teologico degli anni descritti nella Vita nuova, genera la straordinaria sintesi poetico-teologica del Purgatorio, percorso conoscitivo e/o processo di purificazione e il cui avvìo può ben essere definito incipit vita nova. Il peregrin d’amore, uscendo dalla notte infernale, entra nella dimensione della contritio cordis: l’azzurro ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati