· Città del Vaticano ·

Partito per Cuba un container di aiuti grazie all’associazione «Semi di pace»

In segno di riconoscenza

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
08 gennaio 2022
Un container pieno di attrezzature sanitarie, vestiario, scarpe, letti, materassi, medicine, mascherine, giochi per bambini, materiali didattici, partito dal porto di Livorno il 5 gennaio. Una destinazione precisa, dopo ventisei giorni di navigazione: Cuba. Un’associazione che, grazie anche al prezioso supporto dell’Agenzia per l’interscambio culturale ed economico con Cuba (Aicec), ha reso possibile tale progetto: «Semi di pace», il cui presidente, Luca Bondi, ha raccontato al nostro giornale come l’invio di questo ingente materiale, per aiutare una popolazione alle prese con la pandemia che ha aggravato una situazione socio-economica già precaria, si colloca in un discorso di solidarietà e prossimità con l’isola caraibica iniziato nel 1998, in particolare con il municipio di Jaruco e la provincia di ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati