· Città del Vaticano ·

Le celebrazioni del Natale ortodosso

Nella luce della speranza

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
07 gennaio 2022
Per le Chiese ortodosse che seguono il calendario giuliano la celebrazione del Natale è fissata per il 7 gennaio del calendario gregoriano: si tratta di una tradizione che nel corso degli ultimi anni, pur nella sofferenza, manifestata più volte anche in documenti ufficiali, di non riuscire a celebrare le feste cristiane in una data unica, ha assunto una valenza ecumenica; proprio alla luce di una prassi comune, più che di una riflessione teologica, si è riusciti a cogliere gli elementi condivisi per una testimonianza che sappia annunciare la speranza radicata nella celebrazione del Natale, al di là delle diverse date nelle quali i cristiani festeggiano la nascita di Cristo. Mentre il patriarcato ecumenico di Costantinopoli segue il calendario gregoriano nella definizione della data per il Natale, dal ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati