· Città del Vaticano ·

L’esortazione dei Padri della Chiesa

Guardare in alto come i Magi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
05 gennaio 2022
La generazione z — rispetto alle precedenti x e y diventate maggiorenni con internet — a detta degli esperti è quella progenie che facendo abitualmente uso fin da tenera età di dispositivi come smartphone e tablet viene tacciata con l’appellativo di generazione dallo “sguardo basso”. Il che farebbe immaginare una postura opposta a quella più consona per il giorno dell’Epifania, dove lo sguardo è rivolto verso l’alto — i magi docent — a fissare la luce della stella che conduce alla Verità. E, come insegna uno dei più vivaci giramondo dell’antichità cristiana, il dalmata san Girolamo (347-420): «Per designare questo giorno si usa il termine greco epifania. Ciò che noi, latini, indichiamo col termine apparizione oppure manifestazione, i greci lo chiamano epifania. A questo ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati