· Città del Vaticano ·

I vescovi belgi esortano alla solidarietà

Lo scoraggiamento si vince solo insieme

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 gennaio 2022
L’ennesima ondata di coronavirus che il vaccino non è riuscito a debellare definitivamente, un’economia allo stallo in alcuni settori come turismo e cultura, la crisi migratoria che provoca un sovraffollamento nei centri di accoglienza, l’isolamento crescente delle persone: contro tutte queste prove che il Paese sta attraversando — così come gran parte dell’Europa — i vescovi belgi rispondono con la parola «solidarietà», invitando tutti a «non perdere coraggio». In Belgio, nazione particolarmente colpita dalla pandemia di covid-19, gli ospedali sono sull’orlo della saturazione, si osserva un ritorno alla didattica a distanza, le catene di produzione non riescono a mantenere il ritmo, osserva la Conferenza episcopale in una recente nota. Soprattutto, aggiunge, «si sta diffondendo lo ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati