· Città del Vaticano ·

Il numero misterioso
dei Magi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 gennaio 2022
«Entrati nella casa, videro il Bambino con Maria sua madre e, prostrandosi, lo adorarono; quindi, aperti i loro tesori, gli presentarono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non ritornare da Erode, per un’altra via fecero rientro nel loro paese». Così l’evangelista Matteo (2, 1-12) narra la storia dei Magi che, proprio al tempo del re Erode, arrivarono da Oriente a Gerusalemme per cercare il re dei Giudei. Il lungo viaggio che avevano dovuto affrontare era stato suggerito dall’apparizione di una stella, che li aveva preceduti nel cammino e che si fermò proprio dove si trovava il Bambino. Questo unico sintetico luogo evangelico narra l’episodio solenne e trionfale dell’Epifania. Sull’argomento torneranno, poi, gli scritti apocrifi, ma il veloce racconto di Matteo non si sofferma a descrivere ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati