· Città del Vaticano ·

Riciclare il telefonino può salvare il fiume Congo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 gennaio 2022
Un nuovo impegno per la Comunità Laudato si’ dei Castelli Romani, che ha deciso di farsi promotrice sul territorio di una iniziativa di raccolta di cellulari esausti ideata dal “Jane Goodall Institute”. Si tratta di un progetto nel quale si evince chiaramente il significato dell’ecologia integrale: con un gesto semplice come quello di raccogliere vecchi cellulari e smartphone rotti o esausti è possibile infatti dare il proprio contributo per prendersi cura contemporaneamente dell’uomo, dell’ambiente, degli animali, dei diritti, della giustizia e della pace. Cosa c’è dietro gli smartphone che utilizziamo ogni giorno? O sarebbe meglio dire, cosa c’è dentro di essi? Un tesoro incredibile rappresentato da minerali quali il coltan, l’oro, il rame, il tantalio che purtroppo nascondono una lunga storia di sfruttamento ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati