· Città del Vaticano ·

Cresce l’instabilità nel Paese caraibico

Fallito attentato al premier haitiano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 gennaio 2022
Port-au-Prince, 3. Il primo ministro di Haiti, Ariel Henry, è scampato ad un attentato al termine di una funzione religiosa celebrata sabato nella cattedrale di di Les Gonaïves, città storica dell’indipendenza haitiana dalla Francia. Henry, che è stato protetto dalla sicurezza ed è rimasto illeso, aveva deciso di prendere parte, insieme ad alcuni ministri, alla cerimonia, a cui negli ultimi 4 anni non era intervenuto nessuna alta autorità governativa a causa delle minacce delle bande criminali che controllano la regione. Una di queste aveva avvertito il primo ministro che se avesse deciso di presenziare il Te Deum avrebbe messo a rischio la sua vita. Da qui, lo scontro a fuoco che si è intensificato all’uscita della comitiva governativa, con un bilancio di almeno un morto e un ferito. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati