· Città del Vaticano ·

Una classe speciale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 dicembre 2021
Agli allievi che si diplomano oggi dobbiamo maggiore gratitudine e molti più complimenti. Ogni classe che passa lascia fortunatamente ricordi di volti, di persone, di iniziative, di colloqui che entrano a far parte dell’esperienza di noi docenti. Questa che abbiamo di fronte a suo modo è una classe speciale, quella con cui abbiamo condiviso le ore più dure e imprevedibili del covid-19. La chiusura repentina a marzo 2020, la necessità di reinventarci come studenti e docenti con lezioni a distanza, la provvisorietà dei primi esami post confinamento, l’organizzazione dei tirocini del secondo anno, quello appena passato, nel quale il secondo lockdown ci ha di nuovo costretti a distanze forzate. Sono passaggi di vita che resteranno nella nostra memoria, faranno parte del nostro personale vissuto entro ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati