· Città del Vaticano ·

La preoccupazione dell’Unhcr

Anche il 2021 termina

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 dicembre 2021
Roma, 30. Una lunga e interminabile escalation di naufragi sta accompagnando la fine di quest’anno, contrassegnato anche dall’emergenza sanitaria pandemica a livello mondiale. Ieri, ennesima tragedia nel mare Egeo che poteva registrare un bilancio ben più pesante se non fosse intervenuta la guardia costiera turca. Con l’ausilio di motoscafi ed elicotteri i soccorritori hanno recuperato i corpi senza vita di due migranti e trarre in salvo altre ventiquattro persone, alcuni dei quali bambini, in balia del mare mosso e bloccati da un’avaria del gommone a bordo del quale tentavano di raggiungere le isole greche. Il salvataggio è avvenuto nelle acque di Smirne, città turca della costa egea, in seguito a una segnalazione giunta da un peschereccio che ha permesso di trarre in salvo i migranti, tra i quali si sa solo ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati