· Città del Vaticano ·

Il ricordo di due suore vittime in Sud Sudan

Al servizio del Vangelo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 dicembre 2021
Suor Mary Daniel Abut e suor Regina Roba Luate sono state uccise a sangue freddo. «Rimarranno nei nostri ricordi in modo che possiamo elevare la fede che Dio ci ha dato. Le nostre sorelle sono morte a causa della loro fede, incoraggiando altre persone a seguire Dio», ha detto Stephen Ameyu Martin Mulla, arcivescovo di Juba, ricordando le due religiose della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù, uccise in un agguato il 16 agosto scorso in Sud Sudan, insieme con altre tre persone. Il gruppo di pellegrini era nel’autobus che rientrava a Juba dalla celebrazione del centenario della parrocchia cattolica di Loa, dedicata a Nostra Signora dell’Assunta. Il mezzo è incappato in un’imboscata di uomini armati che lo hanno fermato e compiuto una strage. Mentre i passeggeri fuggivano nella boscaglia, gli assalitori armati ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati