· Città del Vaticano ·

Saggi e carteggi

Tra i paradossi della storia

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2021
Merita gratitudine Raffaele Manica che curando il Meridiano Mondadori dedicato a Nicola Chiaromonte (Lo spettatore critico. Politica, filosofia, letteratura, Milano, 2021, pagine 1984, euro 80) ha fatto risuonare fra noi la voce di una delle personalità più cristalline e lucide del Novecento, con una scelta di testi che ci permette di seguirne lo sviluppo e di tenere davanti agli occhi la mappa delle sue riflessioni storiche, politiche, letterarie, di critica teatrale. Già da qualche anno la figura di Chiaromonte è riemersa, come un oracolo rimasto in ombra che ritrova ascolto: nel 2013, sono usciti due libri, Il tempo della malafede e altri scritti (a cura di Vittorio Giacopini, Edizioni dell’Asino) e la raccolta delle lettere a Muska, Fra me e te, la verità (Una città) a cura di Panizza e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati