· Città del Vaticano ·

Per pianificare azioni concrete a favore dei più vulnerabili

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2021
Diritti umani, giustizia di genere e climatica, migrazioni, sviluppo e lavoro umanitario: in America Latina non mancano i campi in cui la Chiesa luterana offre il proprio contributo a servizio delle persone più vulnerabili nella società. Un’azione che deve molto della sua efficacia alla collaborazione con il Dipartimento di aiuto umanitario e di sviluppo internazionale, noto anche come World Service, che rappresenta il braccio diaconale della Federazione luterana mondiale (Flm), un insieme di 148 Chiese diffuse in un centinaio di Paesi. Questo principio, sviluppato nella Nota di orientamento pubblicata a maggio dall’organizzazione internazionale, è stato al centro di una serie di tre incontri online organizzata dal ramo latinoamericano della federazione. Durante il workshop, César Cabellero, presidente della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati