· Città del Vaticano ·

Critica della società del tempo in contrasto con l’epica western

John Huston e la nascita del noir americano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2021
Ottant’anni fa, con l’uscita di The Maltese Falcon di John Huston, non soltanto aveva inizio la carriera di un grande regista, ma nasceva il noir cinematografico americano. Come quasi ogni punto di riferimento stabilito dalla critica, tuttavia, anche questo rappresenta poco più d’una convenzione. Prima del film di Huston, infatti, c’erano stati dei prodromi del genere tanto seminali da poter essere considerati a loro volta dei capostipiti — Stranger on the Third Floor, High Sierra, The Letter sono soltanto alcuni — e persino un’altra versione dell’omonimo romanzo di Dashiell Hammett, firmata da Roy Del Ruth nel lontano 1931. Allo stesso modo, poi, l’esordio del noir potrebbe viceversa essere posticipato di qualche anno, visto il boom che il genere visse in particolare nella stagione 1944, con dei capolavori che avrebbero segnato un ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati