· Città del Vaticano ·

«La biblioteca dei sussurri» di Desy Icardi

I suoni della lettura

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2021
A Torino, in una dimora sul fiume, vecchiotta e campagnola, circondata da palazzi che crescono di anno in anno, vive, insieme a una famiglia numerosa e bizzarra, la bambina protagonista del libro, Dora. Sono di fatto tutti ospiti della anziana prozia vedova che, generosamente e con molta disinvoltura, ha aperto le porte di casa a nipoti e pronipoti, è detta Dorina «degli spifferi» perché ha il misterioso potere di liberare le abitazioni di chi si rivolge a lei dagli «spifferi» ossia da presenze inquietanti, rumori sinistri. Sono le case «lamentose». In casa vige un allegro e caotico modo di vivere, caratterizzato soprattutto da una gran quantità e varietà di suoni: porte che sbattono, radio che gracchiano, rumore di tegami, passi cadenzati, oggetti che cadono…. La bambina ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati