· Città del Vaticano ·

Mentre due navi attendono un porto sicuro

Altri 15 migranti morti nel Mediterraneo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2021
Tripoli, 28. Ennesima tragedia del mare ieri al largo della Libia, dove 15 persone hanno perso la vita. Un barcone con a bordo 35 persone si è improvvisamente rovesciato a poche miglia dalla città costiera di Khoms, vicino a Tripoli. Tra le vittime c’è un minore e il bilancio potrebbe essere più pesante. Intanto, prosegue l’attesa a bordo della Geo Barents e della Sea Watch 3. Sulle due navi umanitarie oltre 1.000 persone, tra cui donne, minori e persino un neonato, aspettano, alcuni da 13 giorni, l’indicazione di un porto sicuro. «Mentre 558 sopravvissuti a bordo di Geo Barents stanno aspettando un luogo sicuro per sbarcare — si legge in un tweet dell’ong — numerosi cadaveri sono stati trovati a terra in Libia, dopo diversi naufragi nei giorni scorsi. E tempo che l’Ue si assuma le proprie ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati