· Città del Vaticano ·

L’udienza al metropolita Hilarion

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 dicembre 2021

Questa mattina, alle 7.50. prima dell’udienza generale, Papa Francesco ha incontrato il metropolita di Volokolamsk, sua Eminenza Hilarion Alfeyev, nello studio dell’Aula Paolo vi . Durante la conversazione svoltasi in uno spirito di fraternità — come informa in una comunicazione ai giornalisti il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni — sono stati discussi alcuni temi che costituiscono motivo di comune preoccupazione e di fronte ai quali è comune l’impegno a cercare concrete risposte umane e spirituali.

Nel corso dell’incontro, il Pontefice ha potuto esprimere la propria riconoscenza per gli auguri per il suo ottantacinquesimo compleanno, espressi dal metropolita Hilarion a nome proprio e del patriarca Kirill. Da parte sua, il Papa ha manifestato sentimenti di affetto e vicinanza alla Chiesa russa e al suo patriarca Kirill, che ha da poco celebrato il settantacinquesimo compleanno, ricordando con gratitudine il cammino di fraternità compiuto insieme e la conversazione avuta a La Habana nel 2016.

Dopo il colloquio, il Papa e il metropolita si sono scambiati i doni: da parte di Hilarion un’icona della Madonna “del Segno”, da parte del Pontefice un mosaico raffigurante la Madonna “synkatabasis di Dio”, oltre ai volumi dei documenti papali, al messaggio per la Giornata mondiale della pace 2022 e al Documento sulla Fratellanza umana.

Poco prima delle 8.50 il Papa e il metropolita si sono accomiatati.