· Città del Vaticano ·

Ufficio oggetti smarriti

Il miracolo e il buongiorno

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
21 dicembre 2021
«P erché la gente fa tanto caso ai miracoli? / Per quanto mi riguarda io non conosco altro che miracoli, / sia che passeggi per le vie di Manhattan, / o levi il mio sguardo sopra i tetti, verso il cielo, / o sguazzi coi piedi nudi lungo la spiaggia, proprio sul filo dell’acqua…» iniziava così una poesia di Walt Whitman, con quella domanda: perché la gente fa caso ai miracoli? Puntualmente, come ogni periodo natalizio, la parola “miracolo” circolerà un po’ dappertutto. Finite le feste andrà poco a poco sparendo fino al Natale prossimo. In questo episodio del nostro ufficio, vorremmo fare insieme un piccolo viaggio attorno la bellezza di quella parola, “Miracolo” e la sua attualità quotidiana, ogni giorno dell’anno. Dell’incipit della poesia di Whitman (che molti avranno conosciuto per ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati