· Città del Vaticano ·

Ricordo dell’architetto Richard Rogers

Verso l’innovazione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
20 dicembre 2021
L’italo britannico Richard Rogers, nato a Firenze nel 1933, trasferitosi in Inghilterra a 6 anni, divide la sua attività tra l’insegnamento al Mit di Princeton e una professione di qualità sempre elevata che lo porta a vincere il Premio Pritzker nel 2007. Il suo impegno, costantemente rivolto alla ricerca dell’innovazione, privilegia l’uso della tecnologia e dei materiali performanti per assicurare, attraverso l’architettura, le migliori condizioni di vita, con un buon comfort ambientale e un efficiente adeguamento funzionale. Rogers — morto il 18 dicembre a 88 anni — fonda con Norman Foster nel 1964 il Team 4, avviando la sua lunga carriera professionale; con Renzo Piano firma il progetto del Centro Pompidou di Parigi (realizzato tra il 1971 e il 1977), che può essere considerato l’antesignano dell’architettura ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati