· Città del Vaticano ·

Ritornano i presepi di sabbia a Jesolo

Il Vangelo scolpito

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
18 dicembre 2021
Non solo la celebrazione della sacra natività, ma anche dei miracoli di Cristo, per riflettere sul tema della salvezza, oltre a un omaggio speciale ai sanitari e a quanti, da quasi due anni, lottano per aiutare la comunità a vincere il covid: la diciannovesima edizione di «Sand Nativity», il presepe di sabbia a Jesolo (Venezia) che nel 2018 era approdato anche in Vaticano, è tutto questo. L’anno scorso l’appuntamento era stato cancellato a causa della pandemia. Ora è tornato, con un allestimento grandioso su un’area espositiva di 750 metri quadrati in piazza Trieste, con una mostra fatta di dodici sculture monumentali e scorci prospettici, lungo un percorso assieme artistico e spirituale. Circa mille i metri cubi di sabbia lavorati da quattordici maestri provenienti da Paesi di tutto il mondo. A ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati