· Città del Vaticano ·

Un tempio in cui conservare il passato ma anche un luogo per frequentare il futuro

Posseduti dalla memoria

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 dicembre 2021
Pubblichiamo il testo dell’introduzione del cardinale Bibliotecario di Santa Romana Chiesa all’«Agenda 2022» della Biblioteca Apostolica Vaticana che si apre con una citazione tratta dall’enciclica «Fratelli tutti» di Papa Francesco. Il prefetto, monsignor Cesare Pasini, illustra l’opera in questa stessa pagina. In occasione della visita alla sua Biblioteca Apostolica Vaticana, Papa Francesco ci ha lasciato una sfida non piccola: che la comunità che in essa lavora e studia la rappresenti non solo come un tempio in cui conservare il passato ma anche come un luogo per frequentare il futuro. È una sfida che ci induce a interrogarci seriamente sul modo in cui attraversano il tempo — e con esso si confrontano — le grandi istituzioni d’identità e cultura come i musei, gli archivi e le biblioteche. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati