· Città del Vaticano ·

La stanza del santo

Quello stuolo di candide colombe

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 dicembre 2021
Erano le ore 11 del 15 luglio 1850 quando uno stormo di colombe planò nel cortile di casa Cabrini a Sant’Angelo Lodigiano, in Lombardia. E proprio in quella medesima circostanza venne dato l’annuncio della nascita di Francesca, futura santa Francesca Saverio Cabrini (1850-1917), fondatrice delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù. Scrive la prima biografa della santa lodigiana: «Venne a posarsi uno stuolo di candide colombe non viste mai, né prima né dopo. Il capo di famiglia non vide di buon occhio quell’invasione che minacciava il frumento steso a seccare e valendosi di uno scudiscio tentò più volte di cacciarle via, ma quelle ritornavano sempre; a un tratto una di esse rimase impigliata all’estremità di quell’arma; egli allora la trasse a sé, l’accarezzò e la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati