· Città del Vaticano ·

Storie e volti del tradizionale appuntamento del Banco Alimentare

Cronaca di una colletta

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 dicembre 2021
«Lasci che la divida io», mi dice Ivan mentre apre una confezione di tonno: «Sono sei scatolette, tre per ciascuno». Mentre lo guardo, intuisco che vuole tenere una parte della spesa per sé. Ma non è così: Ivan ha comprato cibo per due famiglie, ora si preoccupa che i prodotti vengano distribuiti in parti uguali. È inutile questo lavoro, il cibo verrà messo in uno scatolone, e successivamente verrà suddiviso e distribuito alle migliaia di famiglie aiutate dal Banco Alimentare. Mentre ci penso, però, mi accorgo che ho appena messo un pacco di pasta in uno dei sacchetti che Ivan sta preparando. «Perché darsi così da fare per aiutare persone che neppure vedrà mai?», mi chiedo mentre lui si allontana e io rimango a guardare il suo lavoro. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati