· Città del Vaticano ·

Il cardinale Grech ad Athletica Vaticana

L’esercizio sinodale di farsi domande

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 dicembre 2021

«Fare a se stessi domande, anche scomode, cercando risposte sincere» per non adagiarsi sulle «proprie certezze», è «l’esercizio per fare muscolatura» spirituale suggerito, in particolare nella “corsa” verso il Natale, dal cardinale Mario Grech, segretario generale del Sinodo dei vescovi, alla comunità di Athletica Vaticana.

Il cardinale ha presieduto, lunedì 13, la messa nella chiesa di San Lorenzo in Piscibus. Invitando, «per fare passi avanti», a «non avere paura di ascoltare e di porre a se stessi domande che toccano le fondamenta della propria vita».

Papa Francesco ha chiesto a tutta la Chiesa, nessuno escluso, di vivere un “percorso sinodale” come esperienza di ascolto reciproco e di tutti. Poiché la parola “sinodo” significa “camminare insieme”, per Athletica Vaticana — e per tutti gli sportivi — dovrebbe essere “facile” accogliere l’invito del Papa perché già ci dovrebbe essere lo stile di fare squadra per “correre insieme”, appunto, senza lasciare nessuno indietro. Il Sinodo, nel quale «non bisogna aver timore delle domande», va vissuto insieme «come comunità ecclesiale, come squadra, come popolo di Dio» ha fatto presente.

Proprio a partire dall’Avvento, e dall’incontro con il cardinale Grech, Athletica Vaticana — come associazione polisportiva ufficiale della Santa Sede — si inserisce nel “percorso sinodale” indicato dal Papa per crescere nelle dimensioni dell’ascolto, del dialogo con tutti e del servizio alle donne e agli uomini di sport.