· Città del Vaticano ·

Nulla potrà essere come prima

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
13 dicembre 2021
Tornare tra i banchi? Tornare a imparare come prima? Tornare a riprendere in mano le proprie vite? Niente di tutto questo. Sembra che il verbo “tornare” sia fuori dal vocabolario di Mariapia Veladiano e bandito dalla sua ultima fatica letteraria Oggi c’è scuola (Milano, Solferino, 2021, pagine 144, euro 12,90). Ex docente di lettere e preside, Veladiano intraprende una profonda riflessione sulla scuola e sulla nuova stagione oltre la dad/did che il sistema scolastico italiano sta faticosamente affrontando. Nulla, dopo lo tsunami che ha investito l’umanità, può e deve essere come prima. «Siamo diversi, il mondo è diverso», e purtroppo non ci siamo risvegliati migliori. La pandemia ha prodotto macerie, sì, ma ha anche svelato definitivamente le rovine che già c’erano. I numeri del ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati