· Città del Vaticano ·

Il bastone e la coscienza

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
10 dicembre 2021
Un binomio inossidabile chiamato a risolversi in una perfetta identità: sacerdote e cristiano. Entrambi devono familiarizzare ogni giorno di più con lo Spirito di Dio, che parla attraverso le Scritture. Da questa prospettiva deriva «la meditazione, desiderata, attesa e preparata come il quotidiano tonificante incontro con Dio, che parla nel silenzio del cuore». E sempre dalla medesima prospettiva si sviluppa «la predicazione, che non perde di mordente, di sapore, di contenuto, nella misura in cui è alimentata alla fonti genuine della Bibbia». Tali premesse preparano il terreno perché fecondino il ministero sacerdotale e la vita cristiana. Nutrita della consapevolezza del valore di questo scenario, vibra l’esortazione: non perdiamo la Parola. Esortazione che è il titolo del libro ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati