· Città del Vaticano ·

Omelia del cardinale Czerny alla messa nella chiesa di Sant’Ignazio

Privilegio per l’umanità

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
09 dicembre 2021
L’Avvento «deve essere considerato un tempo particolarmente adatto per il culto della Madre del Signore, cioè un tempo di conversione e ritorno a Dio che viviamo in compagnia di Maria, sorretti e guidati dal suo dolce e discreto sguardo di madre». A lei, preservata da ogni macchia di peccato originale, «affidiamo le sorti dell’umanità in questo tempo di prova, di attesa e di speranza». Parole che invitano alla riflessione e alla preghiera quelle pronunciate dal cardinale Michael Czerny, sotto-segretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, nell’omelia della messa celebrata ieri, 8 dicembre, nella chiesa romana di Sant’Ignazio per la solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria. Una festa che quest’anno, ha ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati