· Città del Vaticano ·

Allarme dell’Onu

Preoccupa l’instabilità nel Burkina Faso

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
06 dicembre 2021
Non suonano affatto incoraggianti le parole rilasciate alla stampa dall’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Michelle Bachelet, al termine della sua permanenza in Burkina Faso. Nel caso in cui l’attuale scenario di instabilità si protraesse ancora, ha dichiarato il funzionario Onu, il Paese si ritroverebbe in mezzo a una «catastrofe umanitaria». Il viaggio di Bachelet in Burkina Faso, durante il quale l’Alto commissario ha incontrato il presidente, Roch Marc Christian Kaboré, e alcuni attivisti per i diritti civili, membri della comunità religiosa e cittadini vittime di abusi, è stata la prima tappa di una missione d’inchiesta delle Nazioni Unite nella tormentata regione africana del Sahel. L’area in questione è devastata da un’insurrezione jihadista ormai in corso – con ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati