· Città del Vaticano ·

Dal 5 dicembre sotto il colonnato del Bernini l’esposizione delle natività

Quel presepe sul bus dell’Atac

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 dicembre 2021

L’esposizione internazionale 100 Presepi in Vaticano sarà aperta in piazza San Pietro — sotto il colonnato del Bernini — da domenica 5 dicembre a domenica 9 gennaio 2022. Tutti i giorni la mostra è aperta dalle 10 fino alle 20, con ingresso gratuito fino a quindici minuti prima della chiusura. Non occorrono biglietti. Il 24 e il 31 dicembre si potrà accedere fino alle ore 17. Sempre nel rispetto delle norme per la prevenzione e il contenimento del contagio da covid-19.

L’esposizione — giunta alla quarta edizione su iniziativa del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione — sarà inaugurata domenica 5, alle 16, alla presenza, tra gli altri, dell’arcivescovo presidente Rino Fisichella. Durante la cerimonia saranno eseguite coreografie originali di danze tradizionali taiwanesi unite a tecniche contemporanee di danza moderna.

Tutti i giorni i volontari del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione accoglieranno i visitatori nel suggestivo spazio del colonnato berniniano.

Quest’anno saranno esposti esattamente 126 presepi, provenienti da tanti Paesi, molti dei quali sono rappresentati anche dalle rispettive ambasciate presso la Santa Sede che promuovono i contenuti dell’iniziativa.

Partecipano, inoltre, all’esposizione con originali presepi diversi enti. In particolare, c’è un presepe realizzato nella parte frontale di un autobus dell’Atac. Mentre la società «Il cioccolato dei trappisti» ha composto un presepe di 100 chili interamente realizzato, appunto, in cioccolato. Anche 30 scuole del Lazio hanno aderito, come ogni anno, all’iniziativa, proponendo opere realizzate dai bambini. E non mancano presepi provenienti dalle parrocchie di Roma.

Le rappresentazioni della natività, nelle loro originalità, testimoniano l’ispirazione e la fantasia degli artigiani che le realizzano in carta, stoffa, sughero, legno, corallo e nelle più diverse ambientazioni (compresi alcuni quartieri di Roma).