· Città del Vaticano ·

San Giovanni Calabria

La mano della Provvidenza

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 dicembre 2021
Voce stentorea che arriva dritta al cuore tanto da divenire un dardo infuocato. È quella di san Giovanni Calabria, che alcune registrazioni degli anni Cinquanta hanno catturato per sempre. Non hanno tempo le parole pronunciate dal santo della Provvidenza e dell’umiltà, che amava definirsi «zero e miseria». Quelle parole antiche suscitano all’ascoltatore di oggi il desiderio di riflettere su cosa vuol dire essere cristiani: «Non cercare le protezioni umane. Cercare il santo Regno di Dio e la sua giustizia. Tutto il resto verrà. Verranno, verranno i mezzi umani ma a questo penserà il Signore. A noi non rimane che questo: cercare il santo Regno di Dio, santificare le anime». A Giovanni interessava solamente fare la volontà del Signore e negli strumenti umani ben poco sperava. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati