· Città del Vaticano ·

L’esperienza dei giovani di Scholas Occurrentes che hanno incontrato il Papa

Il “rischio” della creatività

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 dicembre 2021
Settantuno giovani della comunità internazionale Scholas Occurrentes, provenienti da 42 Paesi dei cinque continenti, hanno incontrato Papa Francesco lo scorso 25 novembre per mostrargli il volto lasciato loro dalla pandemia e un nuovo progetto educativo ispirato all’enciclica Fratelli tutti. Il Santo Padre si è recato al Pontificio Collegio internazionale Maria Mater Ecclesiae di Roma, dove i giovani — tra i 16 e i 27 anni, di diversa estrazione culturale, socioeconomica e religiosa — hanno partecipato a un’esperienza educativa di una settimana. Tra loro c’erano rifugiati, in situazione di asilo politico, studenti di prestigiose università e ragazzi esclusi dal sistema educativo. Scholas Occurrentes e il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca del governo italiano hanno convocato studenti ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati