· Città del Vaticano ·

La Germania chiude tre centrali nucleari

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 gennaio 2022
Berlino , 3. Dopo 35 anni di attività, il governo della Germania ha chiuso ieri tre delle ultime sei centrali nucleari del Paese. Si tratta dei reattori di Brokdorf (Schleswig-Holstein), Grohnde (Bassa Sassonia) e Gundremmingen C (Baviera), operati dalle utility E.On e Rwe. Le altre tre centrali nucleari — Isar 2, Emsland e Neckarwestheim ii — saranno spente entro la fine del 2022. La graduale uscita dall’energia nucleare fu decisa nel 2011 dall’allora cancelliera Angela Merkel dopo il disastro nucleare di Fukushima, in Giappone. La chiusura delle centrali nucleari sarà seguita dal loro smantellamento, un processo molto più lungo. Ad esempio, per la centrale di Brokdorf la procedura si concluderà nel 2040. Lo scorso anno, le sei centrali nucleari hanno contribuito a circa il 12 per cento della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati