· Città del Vaticano ·

La Chiesa canadese in vista della Giornata di preghiera per i popoli indigeni

Chiamati alla guarigione e alla riconciliazione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 novembre 2021
«Siamo chiamati alla guarigione, al perdono, alla riconciliazione»: si intitola così il messaggio diffuso dal Consiglio canadese cattolico indigeno in vista del 12 dicembre, festa di Nostra Signora di Guadalupe e Giornata nazionale di preghiera in solidarietà con i popoli indigeni. «Noi, Corpo di Cristo — si legge nel documento di presentazione pubblicato dal Consiglio, organo consultivo della Conferenza dei vescovi cattolici del Canada — siamo chiamati a vivere in amicizia e in armonia con tutti i popoli. Siamo fratelli e sorelle del nostro unico Dio. A tutti noi, Dio dà tutto. Crea e sostiene la meravigliosa diversità di popoli, culture, razze e credo». Per questo, ribadisce il Consiglio, quando «la nostra benedetta diversità diventa fonte di divisione, minaccia e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati