· Città del Vaticano ·

La festa ebraica di Hanukkah occasione di dialogo

A Gerusalemme musica per Dio

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 novembre 2021
Se la festa di Hanukkah è la celebrazione per eccellenza dei miracoli che Dio ha compiuto e continua a compiere ogni giorno, a Gerusalemme non potevano mancare segni e prodigi, qui, dove un «grande miracolo è avvenuto» duemila anni fa. Dopo la pausa imposta dalla pandemia, il responsabile dei frati della Custodia per il dialogo interreligioso, fra Alberto Joan Pari, ha accettato l’invito di ospitare presso il «Magnificat», l’istituto di musica dei francescani, una serata di dialogo, preghiera e canti. Avverrà giovedì 2 dicembre, all’accensione della quinta candela di Hanukkah, quando rappresentanti delle tre comunità monoteiste, che da anni hanno intrapreso un cammino di conoscenza reciproca e preghiere comuni, si riuniranno per celebrare insieme le grandi opere di Dio. La ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati