· Città del Vaticano ·

«Piccola metafisica della luce» di Silvano Petrosino

Luogo di una doppia rivelazione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
26 novembre 2021
Luce e tenebra, nella loro opposizione, generano il tempo e lo spazio. L’attesa del sole, che sorge vincendo la notte, caratterizzò sin dall’inizio il convenire della comunità cristiana e il suo “orientarsi”. Naturalmente, qui il cristianesimo incontra e assume esperienze umane fondamentali e per questo del tutto comuni, approfondendone la densità simbolica. L’impegno filosofico di Silvano Petrosino interviene con una Piccola metafisica della luce (Milano, Vita e Pensiero, 2021, pagine 150, euro 16) a rendere più leggibile proprio quell’originalissimo modo d’essere degli umani su cui si struttura il loro celebrare, il loro pensare, il loro essere insieme. Una teoria dello sguardo: il volume, che riprende il filo della riflessione iniziata con una prima pubblicazione del 2004, evita qualsiasi scivolamento ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati